La gestione efficace della delega nello studio dentistico

La delega è uno strumento come tanti altri e come tutti gli strumenti non è nè buono nè cattivo: dipende dal contesto organizzativo nel quale si inserisce ed è anche intimamente legato al tipo di leader che la concede. Raffaele Prencipe ci propone per la prima volta spunti interessanti su un tema che non abbiamo mai trattato e che richiederebbe fiumi di parole per essere esaurito. Volendo condensare possiamo dire che la delega è l’ingrediente fondamentale per valorizzare al massimo gli asset intangibili dello studio dentistico.

La delega è un mezzo indispensabile per ispirare e motivare le persone, perché le rende responsabili sui compiti e obiettivi della nostra attività professionale.

La leadership per l’eccellenza pone l’accento su alcuni aspetti molto importanti nella gestione delle organizzazioni. Mi riferisco in particolare alla gestione consapevole e giusta di dipendenti e collaboratori e al sapere adottare il giusto tipo di leadership condivisa attraverso la responsabilizzazione. Leggi tutto “La gestione efficace della delega nello studio dentistico”

Gli Asset Intangibili dello studio dentistico

Il dentista dovrebbe operare una allocazione strategica dei propri asset investendo di più sui cosiddetti asset intangibili dello studio piuttosto che nel raggiungimento di obiettivi numerici di fatturato o utili di esercizio. Raggiunti i primi i secondi arriveranno da soli.

asset intangibili studio dentisticoAsset è una parola ancora desueta tra i colleghi odontoiatri. Eppure molti di noi hanno uno studio e quindi una forma di impresa, per quanto piccola o semplice possa essere.

Il parola Impresa ed il concetto di Asset sono così fusi tra loro che è impensabile immaginare la prima senza pensare al secondo. Inoltre, come già scritto in altri articoli, credo non esista dentista al mondo che prima o poi non sia stato costretto a porsi questa domanda: quanto vale il mio studio?  Leggi tutto “Gli Asset Intangibili dello studio dentistico”

Organizzazione dello studio dentistico: solo una questione di metodo.

L’organizzazione di uno studio dentistico è un lavoro di Sisifo: non finisce mai. Richiede qualità personali che non tutti possiedono e che si trovano più facilmente all’interno di un gruppo: precisione e perseveranza. Uno studio ben organizzato non vanifica gli sforzi e massimizza i risultati, sia economici che clinici. Il metodo per processi qui descritto è da decenni il gold standard nella organizzazione di tutte le imprese, grandi o piccole che siano.

organizzazione dello studio dentisticoL’organizzazione dello studio dentistico presenta le stesse difficoltà di una struttura sanitaria complessa o di una azienda di grandi dimensioni: dipendenti, fornitori, sicurezza, prestazioni, archivi, magazzino, manutenzioni, e molto altro ancora.

Tutto questo è fonte di stress e di disagio per il dentista che si trova a dover gestire problemi di cui non avrebbe mai voluto occuparsi e per i quali, molto spesso, non ha neppure una formazione specifica.

Nella maggior parte dei casi il dentista è uno che … avrebbe tanto voluto fare il dentista.

Ma l’organizzazione dello studio dentistico è anche fonte di frustrazione per il personale di studio che spesso ne percepisce la complessità come un problema senza soluzioni pratiche e attuabili.

Eppure la soluzione esiste, è semplice ed è applicabile in qualsiasi contesto: sia che si tratti di uno studio con una sola poltrona, o di una clinica odontoiatrica.

In una parola possiamo dire che è una questione di metodo. Vediamo insieme di cosa si tratta.

[Se oggi non hai voglia di leggere tutto, puoi guardare questo video, riassume praticamente gli stessi concetti: ] Leggi tutto “Organizzazione dello studio dentistico: solo una questione di metodo.”

Autorizzazione sanitaria in Odontoiatria: la solita Babele italica

Breve storia (triste e critica) della autorizzazione sanitaria e dei requisiti minimi per gli studi odontoiatrici

autorizzazione sanitariaPoco tempo fa i NAS di Campobasso hanno chiuso diversi studi odontoiatrici che praticavano interventi di chirurgia mini invasiva in studi senza autorizzazione sanitaria. I responsabili delle attività sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria ed è stata disposta la chiusura delle strutture.

Su queste tematiche, e questi fatti di cronaca mi aiutano a ricordarlo, ho spesso discusso con gli odontoiatri e quello che mi è stato subito chiaro è che sono davvero pochi, persino tra coloro che esercitano cariche sindacali e ordinistiche, quelli che hanno veramente chiaro come stanno le cose.

Ciò non sembri casuale.

Per capire questo evidente paradosso, è necessario tratteggiare una sia pur breve storia critica della faccenda. Una storia critica e molto triste. Leggi tutto “Autorizzazione sanitaria in Odontoiatria: la solita Babele italica”

Magazzino o buco nero?

Il magazzino ideale di uno studio è quello che … non esiste. Eppure molto spesso i dentisti hanno un magazzino che è una autentica zavorra economica ed organizzativa. Protocolli adeguati e un moderno sw gestionale sono le chiavi per evitare che il magazzino assomigli ad un buco nero.

magazzinoIl magazzino di uno studio dentistico, per molti colleghi, è una vera e propria babele sia sul piano organizzativo che quello economico.

Quanti e quali danni derivino da una precaria organizzazione del magazzino risulterà evidente dalla lettura di questo articolo, nel quale descriverò il modello di gestione ottimale in uno studio moderno ed efficiente.

Quanto ci costa un magazzino non efficiente? Quanto materiale viene sprecato perchè scaduto? Quante volte viene acquistato materiale già presente? Quale giacenza minima di materiali è consigliabile osservare? Quante prestazioni non vengono eseguite per assenza dei materiali necessari? Che impatto ha un magazzino disordinato sullo stress organizzativo interno e nei conflitti tra le persone? Un magazzino caotico può avere ricadute sulla sicurezza o sulla qualità delle lavorazioni? Leggi tutto “Magazzino o buco nero?”

PRF nello studio dentistico ed emocomponenti in odontoiatria

Mini guida operativa sugli adempimenti necessari per un utilizzo appropriato e legittimo della PRF nel proprio studio dentistico senza il rischio di incorrere in sanzioni.

prfL’utilizzo clinico dei fattori di crescita piastrinici autologhi in odontoiatria è in continuo aumento e solitamente viene indicato con l’acronimo di PRF o L-PRF.

Il razionale clinico che giustifica l’impiego di PRF in odontoiatria esula dagli scopi di questo articolo ed è rimandato alla letteratura scientifica sempre crescente.

Quello di cui invece ci occupiamo è l’aspetto meramente organizzativo e burocratico. Ci proponiamo di fornire una mini guida sugli adempimenti da portare a termine per un utilizzo appropriato e legittimo della PRF nel proprio studio dentistico senza il rischio di incorrere in sanzioni. Leggi tutto “PRF nello studio dentistico ed emocomponenti in odontoiatria”

DDL Concorrenza: à la guerre comme à la guerre!

DDL CONCORRENZAQuando scrissi l’articolo dal titolo Stp odontoiatrica: le tante ragioni del no era il 24 luglio e non potevo sapere, ovviamente, che il 2 agosto in Senato sarebbe stato approvato il cosiddetto DDL Concorrenza (scarica qui) dopo oltre 30 mesi di ping pong tra Camera e Senato.

Sono stati 30 mesi nei quali tutte le nostre forze lobbistiche, come mai era successo in passato, si sono coalizzate contro il nemico: hanno fatto proclami, hanno impiegato ogni risorsa mediatica, hanno minacciato scenari da apocalisse e hanno dato fondo ad ogni conoscenza ed ogni relazione pur di impedire quello che poi è avvenuto. Ma è stata una battaglia di retroguardia che si opponeva ad un cambiamento della portata di uno Tsunami in una piscina.

Io non sono contento di quello che sta succedendo ma questo non mi impedisce di reagire e di lottare anziché arroccarmi su posizioni reazionarie, pretestuose e anche presuntuose. Non me lo posso permettere e come me, dentista di campagna, non se lo possono permettere diverse migliaia di colleghi. Leggi tutto “DDL Concorrenza: à la guerre comme à la guerre!”