La polizza D&O: uno scudo aggiuntivo per tutelare amministratori e sindaci della srl e la società stessa

PILLOLA #9

La polizza D & O: uno scudo aggiuntivo per tutelare amministratori e sindaci della srl e la società stessa.

Come abbiamo più volte illustrato, la responsabilità limitata della Srl Odontoiatrica – che si contrappone a quella illimitata del professionista quando esercita come tale e che costituisce probabilmente il principale e più forte motivo per operare la trasformazione dell’attività in veste imprenditoriale – non è assoluta.

Esistono delle eccezioni e si tratta di eccezioni che crescono, mano a mano che vengono introdotti ex lege nuovi e più cogenti adempimenti: si pensi alla Legge 231 sulla responsabilità penale dell’impresa, di cui prima o poi parleremo con un articolo esteso, e che ha aggiunto sempre nuove fattispecie di reati e correlate responsabilità a carico degli organi apicali delle società.  Per di più questa Legge che, esiste da più di dieci anni, all’inizio non era praticamente calcolata, mentre col passare del tempo ha iniziato ad essere sempre più richiamata ed applicata dalla Giurisprudenza.

Poi abbiamo tutto il nuovo mondo delle responsabilità legate alla privacy e al nuovo Regolamento Europeo, che hanno fatto emergere nuove responsabilità in capo alla Direzione.

C’è poi tutto il nuovo mondo costruito dalla Riforma della Crisi di impresa, che ha posto su sindaci e amministratori nuove responsabilità anche nei confronti dei creditori e che divengono in certi casi persino personali e ne abbiamo parlato in un articolo dedicato che trovate anche sul blog. 

E infine, abbiamo il vecchio mondo, quello rappresentato dalla porzione più antica e resistente del Diritto Societario come modificata nella recente riforma del 2014, che vede gli amministratori rispondere nei confronti dei soci (azione di responsabilità), del curatore, del Tribunale e li vede rispondere anche dell’operato dei predecessori non più in carica, una volta accettato l’incarico.

Le responsabilità dell’amministratore e del sindaco sono sempre personali ma persino quando di natura penale comportano molto spesso pagamenti in denaro di vario genere e natura: risarcimenti, indennizzi, spese legali, perizie tecniche (tutta roba che nel penale costa un occhio della testa).

Spesso e volentieri poi, quando e se l’amministratore dovesse risultare incapiente, resterebbe comunque a rischio anche il patrimonio della società, perché il giudice ci mette nulla a affibbiarle una responsabilità solidale, con le intuibili e immediate conseguenze.

Il rischio di essere chiamati in causa anche con il proprio patrimonio personale si accresce nelle srl unipersonali, quando il socio unico è anche l’amministratore e persino in quelle in cui la compagine societaria appare ristretta e coincide con la compagine familiare. In questi casi, sovviene anche il rischio di vedere accollati sui soci anche utili occulti – veri o presunti tali – della società.

Sarà anche per questo che in altri Paesi da economia sviluppata, la polizza Directors and Officers liabilities (D&O) è presente in ogni società che si rispetti e nessun amministratore accetterebbe mai l’incarico senza questa copertura.

Da un po’ di tempo, anche il mercato italiano inizia a vedere lo sviluppo di queste coperture anche nelle aziende italiane e persino tra le PMI.

Le coperture possono essere più o meno parziali e possono estendersi anche ai rischi per la privacy – anche se esistono polizze ad hoc per questi rischi ed è sempre meglio evitare le polizze multirischi e acquistare un prodotto ad hoc per ogni singola tipologia di rischio, quando è possibile. Quasi sempre costa anche meno.

Peraltro, in chiave privacy, la copertura del rischi relativi tramite polizza ad hoc costituisce già di per se un elemento valutabile come altamente positivo dagli organi di controllo.

Diverse sono le possibili estensioni della copertura per i rischi dell’amministratore o degli amministratori ed è evidente che crescendo l’area dell’ombrello crescono anche i premi

Stiamo lavorando proprio in questi giorni alla selezione di un pacchetto completo di coperture assicurative (Key man e similari, copertura ambulatorio e professionisti, TFM, TFR, tutela legale a latere, privacy, D&O, tutela legale) ad un prezzo globale che appaia sostenibile e con contrattualistica adeguata e pulita, pur utilizzando primarie compagnie o medie compagnie specializzate su nicchie particolari di mercato. 

Abbiamo infatti trovato, dopo averlo cercato per molto tempo, un agente plurimandatario particolarmente preparato ed efficiente e gli abbiamo chiesto di entrare nel nostro team di consulenti collegati.

La cosa interessante è che la copertura di questi rischi costa meno di quanto avessimo pensato prima di verificare il mercato.  Considerando che si tratta di costi totalmente deducibili per la società e che i premi annui pesano per somme assolutamente sostenibili per la gran parte degli ambulatori che trattiamo, abbiamo deciso di offrire nell’ambito del Club Dentista Manager apposite sezioni di approfondimento su queste importantissime materie.  

Lo scopo è chiaro: offrire un ulteriore tassello al mosaico che serve a realizzare e condurre l’ambulatorio con i minori costi possibili pur in presenza di tutte le coperture assicurative utili a minimizzare i buchi di copertura sul patrimonio personale, dell’amministratore e della società

Il perché è semplice: nel nostro ambito, l’amministratore è quasi sempre anche il DS e il principale operatore. La copertura dai rischi deve quindi essere, per quanto possibile, pressocché  totale, in modo tale da coprire anche quei buchi di copertura del patrimonio personale del medico che lo strumento srl, per quanto molto potente, non arriva a coprire da solo.

Si tratta di un contesto molto ampio e di pura natura consulenziale che consideriamo necessario al fine di permettere al professionista di fruire della soluzione ambulatorio e impresa societaria con la massima tranquillità possibile, lavorando su tutte le componenti che possono portarci a realizzare l’obiettivo. Chi ha già usufruito della nostra consulenza sa di cosa parlo. 

Pietro Paolo Mastinu 

 

Hai qualche domanda? Entra nel gruppo esclusivo Dentista Manager per confrontarti con i tuoi colleghi 

Clicca qui per leggere altre Pillole del Dentista Manager

Puoi approfondire gli argomenti con articoli e corsi

Articoli:
Azione di rivalsa sul dentista per responsabilità professionale
Dentista e Rischio d'Impresa: un breve vademecum
11 motivi per passare dal marketing tradizionale a quello digitale

Corsi Dentista Manager: 
Srl Odontoiatrica: Corso completo a Roma
Corso Economia e Controllo di Gestione per dentisti
Corso di Management per Studi Dentistici

Autore: Pietro Paolo Mastinu

Sono Pietro Paolo Mastinu, ho 55 anni e mi sono laureato con lode in Economia e perfezionato in Discipline bancarie e finanziarie. Da allora ho dapprima lavorato presso un grande istituto di credito e poi sono passato alla libera professione, ricoprendo, oltre che il ruolo di consulente finanziario e patrimoniale, quello di manager di rete e formatore, conseguendo anche la certificazione EFPA e prestando la mia opera per banche di investimento tra le più importanti del settore. Sono stato anche un imprenditore sanitario e un amministratore di ambulatorio odontoiatrico e poi polispecialistico. Ho sempre continuato a studiare mentre lavoravo. Questa peculiare esperienza mi ha permesso di sviluppare competenze specifiche e una visione abbastanza ampia delle tematiche che riguardano il settore medico e in particolare di quello odontoiatrico. Un settore per cui mi è scattata ben presto una passione irrefrenabile.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.