Previsioni sulla Legge di Bilancio 2022

Le principali novità previste nella Legge di Bilancio 2022 in via di approvazione alla Camera e al Senato.

Legge Bilancio 2022

L’anno che verrà cosa ha in serbo per noi?

Abbiamo stilato una breve raccolta delle principali novità che ci aspettano con l’arrivo del 2022 sul piano normativo e fiscale con la nuova Legge di Bilancio.

1. USO DEL POS E SANZIONI

Dal 1° gennaio 2022 è stata reintrodotta una sanzione a chi nega l’utilizzo del Pos al cliente rifiutando il pagamento della transazione con carte di debito o di credito. La sanzione amministrativa sarà di 30 euro e sarà maggiorata del 4% del valore della vendita o della prestazione di servizi per cui non è stato accettato il pagamento digitale.

2. NUOVA SABATINI

Sarà rifinanziato il fondo per la nuova Sabatini anche nel 2022 e fino al 2027 per assicurare continuità alle misure di sostegno agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese. Attualmente sono previsti: 240 milioni per gli anni 2022 e 2023, 120 milioni per gli anni dal 2024 al 2026, 60 milioni per l’anno 2027.

3. NUOVI SCAGLIONI IRPEF

Andranno in pensione i vecchi scaglioni Irpef e saranno sostituiti da quelli seguenti:

TABELLA NUOVI SCAGLIONI IRPEF

4. CONFERMA DEL FORFETTARIO

Si va verso la conferma del regime forfettario come già definito nelle leggi di bilancio precedenti con gli stessi criteri di esclusione e gli stessi benefici. Il forfettario risulterà ancora più vantaggioso in relazione alla revisione dell’Irpef.

5. SISTEMA TESSERA SANITARIA

E’ stato prorogato a tutto il 2022 il divieto di fatturazione elettronica previsto per i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata. Gli studi dentistici sono dunque nuovamente esclusi dall’obbligo grazie all’estensione della validità del decreto fiscale 2019 (art.10-bis del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119).

6. CREDITO D’IMPOSTA 4.0

Pare che verrà confermato il Credito d’imposta per beni strumentali 4.0 (allegato A) anche per gli anni a venire con una progressiva flessione dei benefici. Dal 50% del 2021 si passerà al 40% del 2022 e quindi 20%, 10% e 5% rispettivamente per gli anni 2023, 2024 e 2025.

7. FONDO DI GARANZIA

Dovrebbe essere rifinanziato anche il Fondo di Garanzia con le seguenti risorse per gli anni a venire: 520 milioni di euro per il 2024, 1,7 miliardi di euro per il 2025, 650 milioni di euro per il 2026 e 130 milioni di euro per il 2027. E’ prevista una ridefinizione delle condizioni di garanzia.

8. BONUS SUD

Sarà confermata l’estensione del Bonus Sud o Bonus Mezzogiorno a tutto il 2022, così come previsto dalla precedente Legge di Bilancio 2021. La Commissione Europea infatti ha dato il via libera alla proroga del regime agevolativo che inizialmente mancava.
Torneremo su tutti questi punti all’indomani dell’approvazione della Legge di Bilancio 2022 che presumibilmente vedrà la luce nelle ultime ore dell’anno.

Nell’attesa consigliamo di concludere, ove possibile, entro il 31.12 le operazioni di acquisto dei beni strumentali 4.0 che possono dare luogo al beneficio del credito d’imposta.

Autore: Gabriele Vassura

Medico Chirurgo, Odontoiatra, Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Specialista in Ortognatodonzia. Socio Fondatore, Amministratore Unico e Direttore Sanitario di Dental Care srl. Managing Partner di Studio Associato Vassura. Owner del Blog www.dentistamanager.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.