Riscossione accentrata dei compensi nello studio dentistico

Quando all’interno dello studio operano soggetti diversi dal titolare come devono essere gestiti i pagamenti del paziente? Chi deve incassare? Chi deve emettere la fattura? Per il fisco esiste una differenza fondamentale tra il consulente o collaboratore e l’odontoiatra che opera autonomamente. Questa differenza sulle modalità di riscossione dipende formalmente dal tipo di contratto in essere (che deve essere esibito).

riscossione accentrata dei compensiLa riscossione accentrata dei compensi è una delle norme più controverse e disattese tra i dentisti. Il problema si pone ogniqualvolta un dentista operi in uno studio di un collega o di una struttura sanitaria vera e propria (come, per esempio, una srl odontoiatrica). Quindi la normativa riguarda tutti gli studi frequentati da consulenti o collaboratori esterni.

Ci sono fondamentalmente due situazioni possibili:

  • nella prima il consulente opera per conto dello studio in virtù di un contratto di collaborazione: il paziente afferisce al titolare dello studio ed è con questo che si instaura il contratto d’opera professionale.
  • nella seconda il consulente opera per conto proprio in virtù di un contratto di affitto di locali all’interno dello studio: il paziente afferisce direttamente al collaboratore che perde questa qualifica per assumerne una identica al titolare di studio.

E’ solo per questo secondo caso che vale e si applica la norma sulla riscossione accentrata dei compensi.

Il contenuto che segue è stato elaborato con il contributo prezioso di un esperto in ambito odontoiatrico, il Dott. Lo Bello, commercialista di Padova.

Leggi tutto “Riscossione accentrata dei compensi nello studio dentistico”

Costo del denaro: il dentista e l’impresa

Il vero costo del denaro non è quello che paghiamo quando ci indebitiamo con gli istituti di credito, ma quello che paghiamo in tasse per affrancare fiscalmente i nostri guadagni e trasformarli in liquidità spendibile. Se i dentisti sapessero realmente quanto costa loro il denaro che spendono per sostenere i costi di studio forse capirebbero perchè le loro casse sono sempre vuote nonostante i bilanci virtuosi. Se sapessero quanto risparmierebbero optando per una srl odontoiatrica, probabilmente il mercato cambierebbe moltissimo in pochissimi anni. O forse è proprio quello che sta accadendo?

costo del denaroIl costo del denaro segna la differenza fondamentale tra un dentista tradizionale ed uno organizzato in forma di impresa vera e propria.

Non mi riferisco al denaro acquistato dalle banche tramite finanziamenti, leasing o mutui, ma a quello che ciascuno di noi si procura quotidianamente generando utili con le prestazioni che esegue.

Ebbene, tra due dentisti che hanno lo stesso livello qualitativo e gli stessi imperativi deontologici, eseguono lo stesso numero di prestazioni e hanno anche lo stesso volume di fatturato e di costi, esiste un differenziale di valore in cassaforte che oscilla intorno al 20 %.

Questo differenziale è rappresentato esclusivamente dalla quantità di tasse che pagano, al netto di ogni possibile forma di elusione o evasione fiscale, e dipende esclusivamente dalla natura giuridica con la quale emettono le fatture ai pazienti.

Vediamo di cosa si tratta. Leggi tutto “Costo del denaro: il dentista e l’impresa”

Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl

Sul piano economico e fiscale il differenziale di vantaggio competitivo tra Studio e Srl è talmente elevato che dovrebbero gareggiare in due categorie separate. Eppure sul mercato attuale alcuni dentisti competono con la fionda ed altri con le armi nucleari. Non è difficile prevedere come andrà a finire.

In un contesto di concorrenza selvaggia vince chi si differenzia, chi è flessibile e soprattutto chi può disporre di un vantaggio competitivo. Questo vale in qualsiasi ambito del mercato libero e oggi, decaduta ogni speranza di difesa corporativa della professione, vale anche per l’odontoiatria.

Piace vincere facile?

In questo Blog abbiamo già parlato tanto di società ed, in particolare, di Srl Odontoiatrica. Con questo articolo trattiamo nel dettaglio la questione del vantaggio competitivo, ovvero del gap di successo che si crea tra gli studi dentistici tradizionali e quelli configurati in forma di srl. Ovviamente facciamo riferimento sempre e soltanto all’aspetto economico, non a quello clinico o alla soddisfazione personale.

Sono fondamentalmente due i pilastri su cui si fonda il vantaggio competitivo della srl rispetto allo studio, a parità di fattori di contesto come la qualità delle prestazioni, le risorse disponibili, il mercato di riferimento ecc.

Il primo pilastro è rappresentato dal vantaggio fiscale, il secondo dal vantaggio di acquisto. Se pensi che anche a te piacerebbe “vincere facile” allora leggi questo articolo fino in fondo e poi parlane con il tuo commercialista di fiducia. Leggi tutto “Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl”

IRI per i professionisti: anche stavolta ingiustizia è fatta

iri e dentistiE’ ufficiale: niente IRI per i professionisti.

Anche questa volta ingiustizia è fatta.

Non tutti sanno cosa sia l’IRI, forse perchè i nostri politici se la sono appena inventata o forse perchè i dentisti hanno un pessimo rapporto con le tasse. Leggi tutto “IRI per i professionisti: anche stavolta ingiustizia è fatta”

Il Dentista e la SRL

Come funziona una srl odontoiatrica? Comporta vantaggi fiscali per il dentista? Ha ricadute anche sull’Enpam? Chi sono i soci? Serve un direttore sanitario?
Le risposte a queste e molte altre domande in questo articolo.

srl odontoiatricaPerché parliamo di SRL in questo blog dedicato ai dentisti è presto detto.

Nel panorama delle forme di aggregazione possibili tra dentisti fino ad ora abbiamo considerato solo quelle di natura “personale”, ovvero quelle in cui la partecipazione ad un dato progetto comune avviene sulla base delle persone fisiche (i professionisti appunto) che si aggregano tra loro. In questo senso puoi leggere gli articoli sul contratto di rete, sul condominio professionale e sugli studi associati.

Ci sono forme diverse di aggregazione che, al contrario, non si fondano sull’elemento personale, quanto piuttosto intorno ad un elemento impersonale che è rappresentato dal cosiddetto “capitale”. Queste sono le cosiddette società di capitali, tra le quali la Srl (ovvero Società a responsabilità limitata) è senz’altro la più diffusa e conosciuta. Della Srl ci occuperemo in questo post, cercando di descriverne in modo sintetico le caratteristiche principali.

Per esperienza personale posso senz’altro affermare, in premessa, che la Srl rappresenta lo strumento associativo più potente, funzionale ed efficace per realizzare, organizzare e promuovere con successo l’attività professionale aggregata intorno ad una pluralità di professionisti, sia essa in ambito odontoiatrico, medico o multidisciplinare.
Vediamo insieme di cosa si tratta. Leggi tutto “Il Dentista e la SRL”

Oggetto sociale: la Srl può effettuare prestazioni sanitarie odontoiatriche?

oggetto sociale srl dentistaParliamo in questo articolo dell’Oggetto Sociale di una Srl Odontoiatrica. La domanda del titolo è ovviamente retorica: la risposta è SI ! Anzi: la risposta è NO ! Beh, siamo in Italia, meglio se rispondiamo … DIPENDE ! Leggi tutto “Oggetto sociale: la Srl può effettuare prestazioni sanitarie odontoiatriche?”

Odontotecnico nell’Albo degli Odontoiatri: oggi si può!

odontotecnico stp

AVVISO: QUESTO ARTICOLO NON CONTIENE ALCUNA PUBBLICITA’, QUINDI NON PUO’ CONTENERE ALCUNA PUBBLICITA’ INGANNEVOLE

 

Oggi in questo Paese succedono cose incredibili. Per esempio è possibile essere titolari di uno studio dentistico senza essere un dentista. Ma puoi essere anche titolare di uno studio cardiologico senza essere un cardiologo. Ora la legge permette anche a chi non è odontoiatra o cardiologo di vedere il proprio nome e cognome comparire a pieno diritto negli albi professionali corrispondenti. Basta fare una ricerca sul sito della Fnomceo per rendersene conto, a questo indirizzo.

Se leggi le poche righe che seguono ti spiego come e perchè questo sia accaduto. E’ molto semplice e perfettamente legale.

Leggi tutto “Odontotecnico nell’Albo degli Odontoiatri: oggi si può!”