Il Dentista e la SRL

Come funziona una srl odontoiatrica? Comporta vantaggi fiscali per il dentista? Ha ricadute anche sull’Enpam? Chi sono i soci? Serve un direttore sanitario?
Le risposte a queste e molte altre domande in questo articolo.

srl odontoiatricaPerché parliamo di SRL in questo blog dedicato ai dentisti è presto detto.

Nel panorama delle forme di aggregazione possibili tra dentisti fino ad ora abbiamo considerato solo quelle di natura “personale”, ovvero quelle in cui la partecipazione ad un dato progetto comune avviene sulla base delle persone fisiche (i professionisti appunto) che si aggregano tra loro. In questo senso puoi leggere gli articoli sul contratto di rete, sul condominio professionale e sugli studi associati.

Ci sono forme diverse di aggregazione che, al contrario, non si fondano sull’elemento personale, quanto piuttosto intorno ad un elemento impersonale che è rappresentato dal cosiddetto “capitale”. Queste sono le cosiddette società di capitali, tra le quali la Srl (ovvero Società a responsabilità limitata) è senz’altro la più diffusa e conosciuta. Della Srl ci occuperemo in questo post, cercando di descriverne in modo sintetico le caratteristiche principali.

Per esperienza personale posso senz’altro affermare, in premessa, che la Srl rappresenta lo strumento associativo più potente, funzionale ed efficace per realizzare, organizzare e promuovere con successo l’attività professionale aggregata intorno ad una pluralità di professionisti, sia essa in ambito odontoiatrico, medico o multidisciplinare.
Vediamo insieme di cosa si tratta. Leggi tutto “Il Dentista e la SRL”

Commercialista e Dentista: le vite parallele.

Mentre il mondo dei dentisti diventa sempre più competitivo dovrebbe anche evolversi il rapporto con il consulente più importante: il commercialista

dentista e commercialistaQuello del commercialista è un ruolo critico e centrale nella vita di un dentista. Ho visto commercialisti seri e preparati fare la fortuna di alcuni colleghi, così come ho visto commercialisti improvvisati e superficiali determinare un vero e proprio blocco per il successo di altri. E questo accadeva indipendentemente dalle capacità cliniche dei nostri colleghi, sia in un caso che nell’altro.

Mentre il mondo dei dentisti diventa sempre più competitivo ed il contesto normativo sempre più difficile, in parallelo dovrebbe anche evolversi il rapporto con i consulenti dello studio: consulenti legali, consulenti finanziari, consulenti del lavoro, consulenti marketing e comunicazione e, soprattutto, con il consulente più importante di ogni dentista: il proprio commercialista.

Tanti anni di collaborazione con il mio commercialista mi hanno convinto che oggi non sarei nulla senza di lui e per questo lo ringrazio pubblicamente. Grazie per avermi aiutato a superare i momenti difficili con i tuoi consigli, grazie per la competenza e la disponibilità che mi hai sempre usato, grazie per il sostegno nelle scelte importanti. Guardo già con preoccupazione al momento in cui per motivi anagrafici le nostre strade si separeranno; ma intanto sono diventato un ometto e molte delle cose che tu hai insegnato a me io ora le trasmetto ad altri.

Fatta questa doverosa premessa, rimane un commento amaro da cui non posso esimermi. Dopo tanti articoli scritti, relazioni e corsi in giro per l’Italia, mi sono dovuto arrendere ad una evidenza. Non tutti i dentisti hanno avuto la mia stessa fortuna e anzi, alcuni colleghi sono legati al palo dell’immobilismo proprio per colpa di consulenti poco disponibili e, diciamolo, poco competenti. Leggi tutto “Commercialista e Dentista: le vite parallele.”