Microscope Economics nello studio dentistico

L’acquisto di un Microscopio Operatorio è diverso da altri tipi di investimenti e pone in modo più significativo il problema di scegliere tra equilibrio economico dello studio e la qualità delle prestazioni. In questo articolo mostriamo l’impatto che esso può avere sui risultati numerici della nostra attività anche in relazione al variare dei processi di lavoro clinico ed in particolare al tempo impiegato per eseguire le prestazioni.

microscopio operatorioCome noto a tutti uno dei motori essenziali della competitività è rappresentato dagli investimenti tecnologici ed un numero crescente di dentisti sente la necessità di dotarsi di un Microscopio Operatorio, non solo per ragioni cliniche.

Uno studio dentistico che investa continuamente in tecnologia si doterà progressivamente di una CBCT, di scanner intraorali, di stampanti 3d o di fresatori, di laser, e di molto altro ancora. Qual è il rischio che lo studio possa trovarsi seppellito dal peso di questi investimenti ancor prima di ricavarne i benefici economici attesi?

Alcuni di essi sono già stati trattati in articoli precedenti, ai quali rimando (Cerec Economics, iTero Economics).

In questo articolo ci occuperemo del Microscopio Operatorio: ne valuteremo l’impatto economico su uno studio di dimensioni medie e vedremo come può essere ragionevolmente stimato il rischio di investimento.

Per fare questo ci focalizzeremo sul metodo di valutazione più adatto in modo che ciascuno di voi possa adottarlo semplicemente nella propria realtà professionale e trarre conclusioni specifiche sulla opportunità o meno, sul piano meramente economico, di impegnarsi nell’acquisto. Leggi tutto “Microscope Economics nello studio dentistico”

L’email marketing nello studio dentistico per comunicare meglio con i pazienti

In questa  pubblicazione si parlerà di strategie di comunicazione attraverso le email. Si analizzeranno le differenze tra la carta e il digitale e si apprenderanno le best practice per utilizzare al meglio l’email marketing per lo studio dentistico

email marketing per lo studio dentisticoQuando si tratta di scrivere per comunicare, la domanda che spesso sorge è quella relativa all’efficacia del digitale rispetto al cartaceo e l’email marketing può essere una risposta efficace.

L’email marketing per lo studio dentistico
Non esiste una risposta adatta in tutti i casi e a tutti i settori. Molto dipende dalla tipologia di utenti a cui ti rivolgi.
Parlando di uno studio dentistico ovviamente facciamo riferimento alle anagrafiche di tutti i tuoi pazienti.  Quanti di questi possiede un indirizzo e-mail?

La pazientela di uno studio appena aperto a Milano, costituita in maggioranza da under 40, sarà ovviamente diversa dal database pazienti di uno studio storico in Irpinia, dove magari la maggioranza dei pazienti sono over 65.
Non essendoci una regola, quindi, ce la dobbiamo creare da noi volta per volta.
Stai attento, perché molto spesso tendi a sottovalutare i tuoi pazienti.
Spesso si hanno degli stereotipi riferiti al passato, quando invece non ci siamo accorti che il nostro paziente medio si è evoluto, è cresciuto, è invecchiato.

I tuoi pazienti cambiano come cambi tu e le loro esigenze mutano insieme a loro.

Quindi ti consiglio di rilevare di nuovo i dati comportamentali dei tuoi pazienti, compresi i dati anagrafici e i recapiti (e-mail compresa) e accertati di ottenere un database aggiornato su cui muoverti con libertà attraverso le tue comunicazioni.
Intendo dire che da domani mattina il tuo compito sarà quello di registrare l’ e-mail dei tuoi pazienti a completamento dei dati anagrafici finora rilevati. Leggi tutto “L’email marketing nello studio dentistico per comunicare meglio con i pazienti”

Magazzino o buco nero?

Il magazzino ideale di uno studio è quello che … non esiste. Eppure molto spesso i dentisti hanno un magazzino che è una autentica zavorra economica ed organizzativa. Protocolli adeguati e un moderno sw gestionale sono le chiavi per evitare che il magazzino assomigli ad un buco nero.

magazzinoIl magazzino di uno studio dentistico, per molti colleghi, è una vera e propria babele sia sul piano organizzativo che quello economico.

Quanti e quali danni derivino da una precaria organizzazione del magazzino risulterà evidente dalla lettura di questo articolo, nel quale descriverò il modello di gestione ottimale in uno studio moderno ed efficiente.

Quanto ci costa un magazzino non efficiente? Quanto materiale viene sprecato perchè scaduto? Quante volte viene acquistato materiale già presente? Quale giacenza minima di materiali è consigliabile osservare? Quante prestazioni non vengono eseguite per assenza dei materiali necessari? Che impatto ha un magazzino disordinato sullo stress organizzativo interno e nei conflitti tra le persone? Un magazzino caotico può avere ricadute sulla sicurezza o sulla qualità delle lavorazioni? Leggi tutto “Magazzino o buco nero?”

Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl

Sul piano economico e fiscale il differenziale di vantaggio competitivo tra Studio e Srl è talmente elevato che dovrebbero gareggiare in due categorie separate. Eppure sul mercato attuale alcuni dentisti competono con la fionda ed altri con le armi nucleari. Non è difficile prevedere come andrà a finire.

In un contesto di concorrenza selvaggia vince chi si differenzia, chi è flessibile e soprattutto chi può disporre di un vantaggio competitivo. Questo vale in qualsiasi ambito del mercato libero e oggi, decaduta ogni speranza di difesa corporativa della professione, vale anche per l’odontoiatria.

Piace vincere facile?

In questo Blog abbiamo già parlato tanto di società ed, in particolare, di Srl Odontoiatrica. Con questo articolo trattiamo nel dettaglio la questione del vantaggio competitivo, ovvero del gap di successo che si crea tra gli studi dentistici tradizionali e quelli configurati in forma di srl. Ovviamente facciamo riferimento sempre e soltanto all’aspetto economico, non a quello clinico o alla soddisfazione personale.

Sono fondamentalmente due i pilastri su cui si fonda il vantaggio competitivo della srl rispetto allo studio, a parità di fattori di contesto come la qualità delle prestazioni, le risorse disponibili, il mercato di riferimento ecc.

Il primo pilastro è rappresentato dal vantaggio fiscale, il secondo dal vantaggio di acquisto. Se pensi che anche a te piacerebbe “vincere facile” allora leggi questo articolo fino in fondo e poi parlane con il tuo commercialista di fiducia. Leggi tutto “Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl”

Controllo di Gestione dello studio: dialogo tra dentisti

Dialogo tra due dentisti sul tema del futuro nella professione e del Controllo di Gestione nello studio dentistico.

controllo di gestione dello studioDue colleghi amici si danno appuntamento per parlare del Controllo di Gestione dello studio.

Uno dei due, Dentista Manager è un esperto della materia, l’altro, Dentista Clinico, invece non ne sa nulla. Quando si incontrano è ormai iniziato il nuovo anno e in parte ripensano alla conversazione precedente.

Burn out, insoddisfazione e opportunità di svolta

A breve riprenderanno le loro attività e Dentista Clinico è fermamente determinato a dare una svolta. Anni addietro la professione gli garantiva una certa solidità economica, mentre ora vive nell’incertezza continua: lavora tanto e sa di essere bravo nel suo lavoro, eppure vive costantemente in uno stato di preoccupazione latente e ormai è anche stanco di essere sempre preoccupato. Poco a poco questo stato d’animo finirà per fargli odiare il suo lavoro e vuole evitare che questo succeda.

Dunque chiede al suo amico Dentista Manager di riprendere il discorso interrotto e di spiegargli in cosa consista questo “Controllo di Gestione” cui ha fatto cenno in una conversazione precedente.  Dentista Manager gli spiega che il Controllo di Gestione è un concetto di derivazione aziendale che da poco ha cominciato ad essere introdotto anche nelle piccole imprese o addirittura nelle micro imprese come quelle degli studi dentistici. Leggi tutto “Controllo di Gestione dello studio: dialogo tra dentisti”

Controllo di gestione: anche il dentista può farlo …

Dentista Manager e Dentista Clinico si incontrano e parlando del proprio lavoro si confrontano su questioni economiche legate all’attività. Finiscono per parlare di un concetto nuovo: il Controllo di Gestione nello studio dentistico.

Controllo di GestioneIl Controllo di Gestione è l’unica differenza che spesso separa due dentisti per il resto identici.

Concluso l’anno 2016 è tempo di bilanci. Due amici dentisti, Dentista Manager e Dentista Clinico, si incontrano per scambiarsi alcune considerazioni sul futuro.

Parlando del proprio lavoro si confrontano su questioni economiche legate all’attività. Possono fare ragionamenti simili perché si riconoscono le stesse capacità professionali ed hanno degli studi con requisiti abbastanza sovrapponibili.

Ma Dentista Clinico nel corso del 2016 ha incassato complessivamente 300mila euro e non è per niente contento. Il suo tenore di vita è basso o comunque scadente rispetto alle aspettative. Non ha avuto flessioni rispetto al passato, anzi, ha pure incassato di più dell’anno precedente. Capisce che qualcosa non va per il verso giusto, ma non riesce ad individuare il problema.

Dentista Manager, invece, nello stesso periodo ha incassato solo 250mila euro perché la crisi si è fatta sentire ed ha avuto una flessione rispetto agli incassi precedenti. Eppure è soddisfatto della propria situazione economica, lo studio è solido, programma nuovi investimenti ed il suo tenore di vita è in linea con le sue aspettative.

Questa situazione, apparentemente paradossale, può avere molte diverse spiegazioni, alcune banali ed altre un po’ meno. Cominciamo da quelle banali e poi, di volta in volta, cerchiamo di approfondire il discorso. Leggi tutto “Controllo di gestione: anche il dentista può farlo …”

Il Dentista e la SRL

Come funziona una srl odontoiatrica? Comporta vantaggi fiscali per il dentista? Ha ricadute anche sull’Enpam? Chi sono i soci? Serve un direttore sanitario?
Le risposte a queste e molte altre domande in questo articolo.

srl odontoiatricaPerché parliamo di SRL in questo blog dedicato ai dentisti è presto detto.

Nel panorama delle forme di aggregazione possibili tra dentisti fino ad ora abbiamo considerato solo quelle di natura “personale”, ovvero quelle in cui la partecipazione ad un dato progetto comune avviene sulla base delle persone fisiche (i professionisti appunto) che si aggregano tra loro. In questo senso puoi leggere gli articoli sul contratto di rete, sul condominio professionale e sugli studi associati.

Ci sono forme diverse di aggregazione che, al contrario, non si fondano sull’elemento personale, quanto piuttosto intorno ad un elemento impersonale che è rappresentato dal cosiddetto “capitale”. Queste sono le cosiddette società di capitali, tra le quali la Srl (ovvero Società a responsabilità limitata) è senz’altro la più diffusa e conosciuta. Della Srl ci occuperemo in questo post, cercando di descriverne in modo sintetico le caratteristiche principali.

Per esperienza personale posso senz’altro affermare, in premessa, che la Srl rappresenta lo strumento associativo più potente, funzionale ed efficace per realizzare, organizzare e promuovere con successo l’attività professionale aggregata intorno ad una pluralità di professionisti, sia essa in ambito odontoiatrico, medico o multidisciplinare.
Vediamo insieme di cosa si tratta. Leggi tutto “Il Dentista e la SRL”