SEO per lo studio dentistico

Sono oramai molte le competenze trasversali extracliniche necessarie per avere successo nella professione: la conoscenza dell’inglese, le applicazioni informatiche, il diritto civile e fiscale, l’economia di base, la comunicazione, ecc. A queste si aggiunge da qualche anno il marketing ed in particolare l’attività SEO del web marketing, oggetto di questo articolo.

seoIn questo articolo parliamo di come migliorare il posizionamento del tuo sito e ottenere contatti per il tuo studio dentistico attraverso l’attività denominata SEO.

Devi creare il sito del tuo studio dentistico o pubblicare un articolo online con le testimonianze online dei tuoi pazienti? Comprendere come funziona la SEO e come ragionano i motori di ricerca è il primo passo per arrivare in cima alle ricerche degli utenti e ricevere più visite. Quando si tratta di ottenere visibilità su Google e sugli altri motori di ricerca, è infatti essenziale conoscere le regole del web. La SEO è una di queste.

Anche se l’argomento può sembrare materia da esperti, è bene avere chiari alcuni concetti per poter scegliere la strategia online giusta per la propria attività. I limiti deontologici imposti al marketing odontoiatrico in materia di promozione sono infatti noti. Poiché la priorità è informare i pazienti, puntare sulla creazione di contenuti utili, che rispondano alle domande più comuni nell’ambito della tua professione, può rivelarsi molto efficace per avvicinare nuovi pazienti.

Ed è qui che entra in gioco la SEO.

Per questo, sia che tu voglia creare un sito da solo per il tuo studio o che invece preferisca affidarti a un consulente, oggi un dentista digitale non può fare a meno di fare SEO per farsi conoscere.

In questo articolo scoprirai come ottimizzare una pagina e farti trovare su Google. Inoltre, ti daremo suggerimenti pratici per una strategia SEO efficace in ambito odontoiatrico. E se ti stai chiedendo perché anche tu dovresti fare SEO, seguici perché sei nel posto giusto.

Ci occuperemo di questi argomenti:

  1. Cosa significa SEO?
  2. A cosa serve la SEO?
  3. Perché un dentista dovrebbe fare SEO?
  4. Come migliorare il posizionamento di un sito con la SEO?
    1. Strumenti per la ricerca delle parole chiave
    2. Ottimizzazione pagine: Tag Title, Tag H1 e H2, meta description
  5. Come si misurano i risultati SEO?
  6. Quanto è onerosa l’attività SEO?
  7. Quali consulenti possono affiancare il dentista?

Cosa significa SEO?

L’acronimo SEO sta per “Search Engine Optimization” e indica l’insieme di strategie di ottimizzazione di un sito o di una pagina web per i motori di ricerca.

Spieghiamoci meglio.

Ogni pagina pubblicata su internet viene scansionata dai motori di ricerca e classificata. Testi, immagini e codice HTML che compongono una determinata pagina vengono analizzati e aggiunti a un indice, nel quale sono ordinati rispetto a determinate chiavi di ricerca (le Keywords). Quando viene effettuata una ricerca, il motore propone all’utente le risposte più pertinenti che trova all’interno del suo indice.

Un esempio pratico?

Apri il browser e avvia una ricerca su Google.

Digita ad. esempio questa chiave di ricerca:  “dentista Genova”.

seo serp

Quella che vedi è la pagina dei risultati del motore di ricerca (la SERP, Search Engine Results Page). Raccoglie l’elenco di pagine che Google ritiene più pertinenti rispetto alla tua chiave di ricerca. Sono dunque le pagine che per il motore di ricerca contengono la risposta alla tua domanda “dentista genova”.

Fare SEO significa lavorare sui fattori che aiutano Google a trovare più facilmente una pagina e a proporla agli utenti potenzialmente più interessati a leggerla.

Ora che sai come ragiona un motore di ricerca, scopriamo in dettaglio a cosa serve fare SEO.

A cosa serve la SEO?

Quante volte ti spingi oltre la prima pagina di Google?

Esatto.

Poiché il 75% degli utenti clicca sui risultati presenti nella prima pagina senza passare alle successive, raggiungere le prime posizioni è il modo migliore per ottenere visibilità e aumentare la possibilità di essere cliccati.

Ed eccoci al punto.

Ci sono due modi per arrivare in cima alle pagine dei motori di ricerca: puoi investire in annunci sponsorizzati (Google AdWords, per intenderci) o nell’ottimizzazione SEO delle tue pagine.

Una strategia di ottimizzazione SEO serve a migliorare il posizionamento di un sito su Google e a ottenere un aumento delle visite.

Gli esperti di marketing integrano campagne Adwords e attività SEO. L’ideale è investire in entrambi, ma se non hai disponibilità di budget, è meglio optare per una strategia a lungo termine come la SEO.

Lo confermano anche i dati riportati su WebPageFX:

  • il 70% dei click va ai risultati organici
  • l’89% degli esperti di marketing ottengono risultati con la SEO
  • La produzione di contenuti costa il 62% in meno del marketing tradizionale, che si basa su messaggi commerciali pensati per promuovere prodotti o servizi ma non informazioni utili a chi deve fare uso di quei prodotti o servizi.

La SEO è una strategia a lungo termine che ripaga con visite e contatti nel tempo. Lavorare sul posizionamento e sui contenuti serve a raggiungere il giusto target di persone.

Perchè un dentista dovrebbe fare SEO?

Perché produce risultati concreti.

Lo conferma il dottor Uberto Piccardo, medico odontoiatra di Genova, che con il sito del suo studio è presente in quarta posizione nella SERP “dentista genova”, prima utilizzata nel nostro esempio:

Creare un sito è il primo passo, ma non basta. Bisogna avere uno strumento potente per posizionarlo. Io ho iniziato per curiosità, non ne sapevo nulla di SEO. Oggi, a 10 anni di distanza, il 60% delle prime visite arriva dal mio sito web.”

Il dottor Piccardo è riuscito a ottimizzare il suo sito da solo combinando la ricerca di parole chiavi con volumi di traffico interessanti all’utilizzo delle funzioni SEO integrate in WebSite X5, il programma con cui ha realizzato il suo sito web.

La storia di successo del dottor Piccardo non è un caso isolato.

Se hai uno studio dentistico, dovresti includere una strategia di ottimizzazione SEO nel tuo piano marketing per 3 ragioni:

  • Lavori su contenuti informativi: molti pazienti online cercano risposte, chi meglio di te può darle?
  • Eviti investimenti pubblicitari difficoltosi per il settore;
  • L’ottimizzazione SEO dà ottimi risultati quando lavora su nicchie specifiche, come il settore odontoiatrico.

Rinunciare a una strategia di posizionamento significa rinunciare a potenziali nuovi contatti e prima visite. Perché non provare a intercettarli?

Come migliorare il posizionamento di un sito su Google con la SEO?

Non basta scrivere tanto o riempire le pagine di chiavi di ricerca per ottimizzare il proprio sito. Occorre migliorare i fattori on-site, cioè interni al sito (come Titoli, descrizione e url di una pagina) e off-site come i link provenienti da siti esterni che puntano alle tue pagine.

La Guida di Google all’ottimizzazione per i motori di ricerca è il documento più aggiornato in materia. Qui trovi elencati i fattori principali a cui prestare attenzione per ottimizzare i contenuti e migliorare il posizionamento delle pagine.

Se vuoi iniziare da subito a migliorare il posizionamento delle pagine, suddividi l’attività di ottimizzazione SEO in 3 passi:

  • analizza le ricerche degli utenti in una nicchia di mercato
  • seleziona le parole chiavi con buoni volumi di traffico e indice di competitività
  • scrivi contenuti ottimizzati che rispondano alle ricerche degli utenti.

Vediamo come.

Strumenti per la ricerca di parole chiave

Per cercare le parole chiave da utilizzare nella tua strategia di ottimizzazione SEO, puoi scegliere tra questi strumenti:

  • Keyword Planner, lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google;
  • SeoZoom, è italiano e nella versione free consente 10 ricerche al giorno;
  • SemRush, lo strumento PRO per eccellenza.

Si tratta di strumenti molto utili per scoprire le parole chiave che portano traffico di utenti ai siti della tua nicchia, per esempio a quelli della tua concorrenza. Inoltre, se hai già un sito web, SeoZoom e SemRush ti forniscono anche un’analisi completa di come il tuo sito si posiziona sui motori di ricerca.

Per mettere in atto la tua strategia, l’idea è cercare parole chiave della tua nicchia con buoni volumi di traffico. Pensa alle combinazioni di parole che potrebbero utilizzare i tuoi pazienti per trovare informazioni sui servizi che offri nel tuo studio.

Per posizionare il tuo studio dentistico nelle ricerche a livello locale, analizza anche i volumi di ricerca per località nella città o area geografica in cui ha sede il tuo studio. Questa strategia viene chiamata Local SEO e per un dentista può essere molto utile, come dimostra anche l’esperienza del dottor Piccardo.

Per darti un’idea, questo è il traffico analizzato con SemRush per la nostra parola chiave “dentista genova”:

seo

Alla fine della tua analisi, carica su un documento excel le parole chiave selezionate, riportando i rispettivi volumi di ricerca. Ti servirà come punto di partenza per la scrittura dei contenuti del tuo sito.

Ottimizzare una pagina web con Tag Title, H1 e description

Ci sono alcune informazioni importanti che non devi mai dimenticare di inserire all’interno di una pagina web per ottimizzarla per i motori di ricerca. Queste informazioni sono contenute nel codice HTML della pagine, e vengono indicate al motore di ricerca con delle apposite sigle (i Tag).

Se vuoi sfruttare il potere dei contenuti e del SEO copywriting, scrivi testi lunghi tra le 300-500 parole (il minimo per poter indicizzarsi su Google) e segui queste semplici regole:

  • Tag Title

è il titolo della pagina, che viene visualizzato nella SERP.

Deve contenere la chiave di ricerca principale della pagina, essere unico per ogni pagina del tuo sito e ed essere di lunghezza inferiore ai 65 caratteri.

  • Metatag description

è il testo descrittivo che compare nella SERP e illustra il contenuto della pagina. Deve essere di lunghezza inferiore ai 155 caratteri.

seo metatag

Infine gli elementi interni al testo della pagina, che aiutano Google a comprenderne la struttura e gli argomenti:

  • H1

è il titolo che l’utente vede quando arriva sull’articolo. Serve a catturare l’attenzione, ma al tempo stesso deve includere la chiave di ricerca principale per aiutare il posizionamento e deve essere presente una sola volta nella pagina.

  • H2

il titolo dei paragrafi principali in cui si struttura l’articolo. Può ripetersi  all’interno della pagina.

Si possono ottimizzare anche le immagini?

Sì, è una soluzione valida per i siti fotografici come i portfolio, ma in generale è utile per posizionare il tuo sito per la ricerca tramite immagine che gli utenti compiono attraverso Google. Per farlo utilizza questo parametro:

  • Tag alt

è un breve testo che descrive il contenuto a cui l’immagine si riferisce

Ma come si inseriscono questi parametri all’interno di una pagina?

I programma di realizzazione di siti web come WebSite X5 hanno la funzione SEO integrata. Ti basta compilare i campi con i tuoi testi per avere un codice ottimizzato per i motori di ricerca.

Come si misurano i risultati Seo?

Per monitorare le prestazioni del tuo sito, è necessario utilizzare due strumenti Google: Google Search Console e Google Analytics.

Tieni a mente che Google Search Console è lo strumento da utilizzare per inviare a Google la Sitemap con l’elenco delle pagine del tuo sito. Aiuterà il motore di ricerca a individuare le pagine da esaminare.

Ti basta associare questi due strumenti al tuo sito tramite un account Google per poter accedere al pannello con i dati utili a comprendere il traffico di utenti in entrata sul tuo sito.

I parametri che dovrai tenere sotto controllo sono Volume e Qualità del traffico di utenti che visitano il tuo sito. In particolare:

  • Volume: visitatori unici, visite, visualizzazioni di pagine
  • Qualità: frequenza di rimbalzo, durata della sessione, pagine per visita

Se riscontri una frequenza di rimbalzo elevata o una durata della sessione bassa, il traffico che hai portato sul tuo sito non include utenti interessati ai tuoi contenuti. Perciò, rovedi la tua strategia e le chiavi di ricerca scelte.

Se la strategia funziona, invece, potrai riscontrare un aumento di:

  • Traffico organico al sito
  • Numero di pagine sul sito che generano traffico
  • Traffico di ricerca per il nome del tuo studio
  • Traffico da specifiche aree geografiche, se hai fatto Local SEO

Se hai affidato la SEO a un consulente esterno, o semplicemente sei diventato un dentista Guru della SEO, controlla anche l’incremento del numero di link totali in entrata e di link provenienti da siti pertinenti. Anche i fattori di Link Building incidono sul posizionamento.

Quanto è onerosa l’attività Seo?

Come già accennato, la SEO è un’attività onerosa in termini di tempo.

Ci vogliono almeno 3-6 mesi per poter valutare gli effetti di una strategia SEO sul posizionamento di un sito. Riuscire a posizionarsi su chiavi di ricerca con buoni volumi di traffico assicura però un pubblico di qualità.  A lungo termine, quindi, la SEO ripaga dello sforzo.

Inoltre, considerato l’investimento medio necessario per una campagna AdWords nel settore Healthcare, l’ottimizzazione SEO rappresenta un’attività più conveniente e redditizia.

Quali consulenti possono affiancare il dentista?

Sono diverse le figure professionali che puoi coinvolgere per realizzare una buona strategia di posizionamento SEO. Eccoti quelli che non possono mancare:

  • SEO strategist per l’elaborazione di una strategia di posizionamento
  • SEO copywriter per la scrittura di articoli e testi ottimizzati

Anche se molti esperti SEO ricoprono entrambi i ruoli, analizzare il traffico per una nicchia di mercato e scrivere contenuti ottimizzati e coinvolgenti sono due attività molto differenti. Per questo, la soluzione migliore è molto spesso appoggiarsi a un consulente SEO e richiedere la collaborazione della sua rete di copywriter.

Diffida dai consulenti che promettono miracoli con la SEO. Il lavoro di ottimizzazione va costantemente monitorato. Perciò, concorda obiettivi precisi con il tuo consulente e verifica che vengano raggiunti. Tieni sempre a mente i parametri per misurare l’attività SEO che ti abbiamo indicato e tieniti aggiornato con libri e articoli online per restare al passo con le novità del settore.

Prime visite e contatti nuovi non mancheranno di arrivare anche per te.

 

Tratto dal Blog di WebSite X5: Creare siti e blog e fai sentire la tua voce

 

Autore: Incomedia

Incomedia è un’azienda italiana che ha sviluppato il WebSite X5 – raffinata soluzione software per creare dei siti web, capace di garantire semplicità d’utilizzo e il conseguimento di risultati professionali.

 

Autore: Gabriele Vassura

Medico Chirurgo, Odontoiatra, Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Specialista in Ortognatodonzia. Socio Fondatore, Amministratore Unico e Direttore Sanitario di Dental Care srl. Managing Partner di Studio Associato Vassura. Owner del Blog www.dentistamanager.it

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.