Marketing Dentale (il corso)

Riassunto test funzionante

DENTISTI CHE ODIANO IL MARKETING

Il dentista comune ha una naturale ed innata avversione per la parola Marketing. Mi sono spesso domandato perchè questo accada ed ho trovato molte spiegazioni che provo a riassumere con un po’ di ironia, sperando più di far sorridere che di irritare.marketing dentale

  1. Il DENTISTA DI SUCCESSO ha già quello che gli serve per essere soddisfatto e pensa di averlo raggiunto in virtù della propria competenza professionale. Semplicemente ignora di avere avuto fortuna (ovvero di aver goduto di circostanze favorevoli) oppure ignora di possedere qualità extra cliniche notevoli. Finché il successo dura, può tranquillamente evitare di prenderne consapevolezza; quando il successo finisce, la caduta è molto più dolorosa che per gli altri, perchè accompagnata da una certa dose di presunzione che gli fa sempre pensare: “ce la farò perchè sono bravo”. Essere bravi dentisti non è la chiave del successo, è solo il punto di partenza. A parità di competenze, vince la partita chi fa anche marketing (e qualche volta vince anche se le sue competenze sono inferiori …). E’ paradossale che sia proprio il successo ad impedire al dentista di rendersene conto.
  2. Il DENTISTA IN CRISI potrebbe avere lo stesso problema di quello di successo (magari perchè si trova già nella fase 2), ma il più delle volte diffida del marketing perchè teme che rappresenti solo un ulteriore fonte di spesa. Poiché si trova in una situazione economicamente difficile tende a “tagliare” i costi che giudica superflui, realizzando così quella che Henry Ford aveva descritto come una idiozia sesquipedale per un imprenditore. Il concetto fu espresso con la famosa frase: “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare tempo”. In questi casi si innesca un circolo vizioso per cui a fronte di minori investimenti in Marketing lo studio subisce un declino economico più accelerato ed in conseguenza delle difficoltà economiche si riducono ulteriormente gli investimenti.
  3. Il DENTISTA IGNORANTE è quello che evita il marketing perchè non lo conosce. In genere ha una idea distorta o completamente errata di cosa sia. Egli pensa che il marketing sia solo pubblicità, oppure che sia una attività di vendita (come quella delle pentole), oppure che si tratti di un complesso insieme di azioni e strategie applicabile solo in realtà imprenditoriali molto grandi e quindi non adatte ad uno studio dentistico. Egli di fatto ignora cosa sia il marketing perchè non lo ha mai studiato, non ne conosce i fondamenti e non ne conosce gli strumenti applicativi. Sostanzialmente “non sa” quanto il marketing possa essergli utile, quindi non vi ricorre. Non sapendo si trova in una condizione di cattività perchè non può scegliere. Si trova nella stessa situazione di chi ignori che esistono strumenti in nichel titanio per endodonzia, che esiste la Tc Cone Beam o che esistono gli antibiotici. Le sue scelte sono obbligate dall’ignoranza e non dalla conoscenza, e poiché ignora l’esistenza di ciò che non conosce, la sua situazione è senza speranza.
  4. Il DENTISTA SNOB è il mio preferito: è quello che odia il marketing “a prescindere”. Non importa che sappia di cosa tratti la disciplina oppure che non lo sappia. Non importa neppure che ne abbia bisogno oppure no. L’atteggiamento del dentista snob è quello di chi semplicemente ritiene che il tema non meriti la sua attenzione, ovvero che non sia all’altezza delle sue competenze e che non vi sia nel marketing dignità pari a quella delle altre scienze cui si è dedicato. Naturalmente, il più delle volte, il dentista snob è anche uno che può permetterselo (come quello della prima categoria), ed ignora cosa sia in realtà il marketing (come quello della terza categoria), ma il suo vantaggio è che quando precipita nella seconda categoria (quella dei bisognosi) di solito capisce velocemente di essersi sbagliato … e allora provvede!
  5. L’ultima tipologia è rappresentato dal DENTISTA CRETINO. Ecco, il dentista cretino è difficile da descrivere, poiché essendo cretino non ci sono logiche chiare che descrivono i suoi comportamenti. Molte volte dietro il cretino si nasconde solo un dentista che fa attivamente marketing nello studio ma non vuole dirlo a nessuno, magari perchè pensa di essere maldestro, magari perchè teme il giudizio del dentista snob, o magari perchè avvalorando l’attività di marketing finirebbe per perdere il vantaggio competitivo acquisito nei confronti dei concorrenti (preferisce che loro continuino a non farlo). In questo caso non è un vero e proprio cretino, casomai è troppo furbo. Ma altre volte le motivazioni che portano il dentista a non intraprendere attività di marketing consapevole non sono perfettamente chiare nemmeno a lui, semplicemente agisce così perchè ha sempre fatto così e si è sempre fatto così. Per questa categoria ogni giudizio ed ogni previsione non possono che essere sospesi.

In varie fasi della mia vita professionale sono stato probabilmente in tutte queste categorie, per periodi più o meno lunghi. Quindi scrivo di queste cose per esperienza diretta.

E proprio perchè sono stato di volta in volta ignorante, snob, di successo, cretino ed in crisi, dopo aver studiato ed applicato tutto quello che ho imparato nella mia realtà professionale, metto a disposizione gratuitamente quello che so in favore dei colleghi nell’ambito dell’iniziativa Slow Dentist.

Il corso è gratuito per tutti i dentisti che appartengono ad una società scientifica, affinché si affermi il concetto che: PRIMA VIENE LA COMPETENZA e poi il Marketing, ma senza MARKETING non c’è nessuna differenza tra un dentista bravo ed uno “scarso”.

E se sei “bravo”, ma nessuno lo sa, fai solo un esercizio di stile fine a se stesso.

Se ti fa piacere, se hai tempo libero e se sei diverso dalle tipologie di dentisti sopra descritte, sarà un piacere incontrarti al corso. Iscriviti qui.

Autore: Gabriele Vassura

Medico Chirurgo, Odontoiatra, Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Specialista in Ortognatodonzia. Socio Fondatore, Amministratore Unico e Direttore Sanitario di Dental Care srl. Managing Partner di Studio Associato Vassura. Owner del Blog www.dentistamanager.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.