Il dentista che faceva marketing senza saperlo…

Il rapporto tra il dentista ed il marketing è abbastanza controverso, per tre ragioni fondamentali…

Rapporto tra il dentista ed il marketing Il rapporto tra il dentista ed il marketing è abbastanza controverso, per tre ragioni fondamentali…

1) Il dentista non ha studiato nulla che abbia a che fare con il marketing durante la sua formazione universitaria e quindi non sa di cosa si tratti precisamente.

2) la maggior parte dei dentisti associa istintivamente la parola marketing ad un’attività non pertinente, talora dequalificante, quando non addirittura in conflitto con i principi deontologici della professione.

3) il dentista quando, finalmente, vince le proprie resistenze culturali e psicologiche accostandosi alla materia, scopre che è stata scritta una massa incredibile di libri, saggi, articoli su questo tema. Non sapendo da dove cominciare, quasi sempre si scoraggia e desiste.

Questo scenario naturalmente si riferisce al dentista tradizionale, ovvero il libero professionista con studio proprio di piccole o medie dimensioni, oppure al consulente, non già al mondo dell’impresa odontoiatrica costruita sul capitale puro.

Il risultato di questa situazione è che il dentista, già in sofferenza per la concorrenza dei gruppi economici e della pletora di colleghi, non si impadronisce mai delle skills necessarie per affermare la propria immagine ed il proprio ruolo tra i potenziali clienti e per fidelizzare i pazienti del mercato di riferimento. Il circolo vizioso che si insatura è tutto a suo danno, naturalmente, impedendogli di invertire un trend che attualmente lo vede soccombere sul fronte dei numeri (non su quello della qualità).

Ma non è tutto. Ignorare i fondamentali del marketing porta ad un errore ancora più pericoloso, rappresentato dalla mancata consapevolezza che tutte le nostre attività quotidiane, sia cliniche che extra-cliniche (così come quelle di tutti i nostri collaboratori) hanno una valenza di marketing estremamente elevata, pur non essendo intenzionalmente organizzate e finalizzate. Senza saperlo, dunque, in uno studio dentistico qualsiasi, viene svolta una grande attività di marketing che viene recepita ed interpretata dal mondo esterno come un preciso messaggio, indipendentemente dalla volontà del dentista di diffonderlo

Inutile dire che, in alcune circostanze, compiere male un’azione è peggio che non compierla per niente, soprattutto quando il messaggio proveniente dalla nostra più o meno inconsapevole attività di marketing è in direzione contraria rispetto alle reali intenzioni oppure semplicemente discordante rispetto alle caratteristiche specifiche della nostra persona e del nostro studio.

C’è una lettura simpatica e leggera, senza alcuna pretesa di esaustività, che mi sento di consigliare a tutti coloro che volessero dare uno sguardo d’insieme al problema ed alle sue possibili soluzioni.

Si tratta di Everything is Marketing: the ultimate strategy for dental practice growth, scritto da Fred Joyal, con uno stile semplice e per questo gradito a chi di professione fa il dentista, prima che il manager. Vi si possono trovare mille piccoli spunti e aneddoti concreti in cui riconoscersi quotidianamente, scoprendo alla fine che per gran parte della nostra giornata facciamo anche un secondo lavoro (o forse il terzo, o il quarto …) senza essere nella condizione di ricavarne dei frutti concreti.

Dal momento che la capacità di fare marketing è una delle molteplici competenze che deve possedere il dentista (manager di se stesso), gran parte del “Corso di Management per Dentisti e gli altri operatori dello Studio Odontoiatrico” sarà dedicata a questo argomento.

È possibile visualizzare il programma del 2013 “Strategia ed organizzazione dello studio dentistico” cliccando qui.

Mi sento di chiudere con una provocazione che può sembrare anche un simpatico epitaffio per la professione che fu un tempo ed ora non c’è più: essere bravi non conta nulla, se nessuno lo sa. Pensare che la qualità delle nostre prestazioni sia sufficiente a garantirci un futuro prospero è solo un nobile sentimento, niente più che un nobile sentimento.

Studio Dentistico Monza

Autore: Gabriele Vassura

Medico Chirurgo, Odontoiatra, Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Specialista in Ortognatodonzia. Socio Fondatore, Amministratore Unico e Direttore Sanitario di Dental Care srl. Managing Partner di Studio Associato Vassura. Owner del Blog www.dentistamanager.it

2 pensieri riguardo “Il dentista che faceva marketing senza saperlo…”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.