Dentista Digitale e Marketing

Iniziamo con questo articolo la pubblicazione del libro “Markedonzia” scritto da Corrado Lagona, esperto di Marketing nel settore odontoiatrico. Questa prima pubblicazione è una sorta di introduzione al tema generale del Marketing applicato all’Odontoiatria ed inizia tratteggiando una figura nuova e vincente: quella del Dentista Digitale.

dentista digitaleDecifrare la figura dell’odontoiatra oggi, in un periodo di profondi mutamenti, risulta un compito assai difficoltoso visto che la stragrande maggioranza degli operatori si sente combattuta tra l’essere un medico con la M maiuscola, dedito alla somministrazione di cure di alto valore, senza pensare a nient’altro, e trasformarsi in una figura professionale ibrida orientata più ai ricavi che alla salute dei propri pazienti.

Il Dentista deve anche sapere di Marketing e di Numeri

La risposta a questo dubbio amletico viene fornita proprio dall’Agenzia delle Entrate nel momento in cui si richiede una partita Iva.

Per lo Stato il possessore di una partita Iva, infatti, è da definirsi un imprenditore e come tale, oltre ad essere un eccellente ed etico Professionista, deve conoscere le due leggi fondamentali di questo difficile mestiere:

  1. Saper leggere un conto economico di bilancio;
  2. Essere un esperto di marketing per far prosperare la propria attività.

Questa è la differenza tra chi sceglie di essere il titolare della propria azienda e chi si comporta come un dipendente di se stesso.

Anche in odontoiatria tutti coloro che possiedono uno studio, o effettuano prestazioni di consulenza presso gli studi dei propri colleghi, sono soggetti a queste leggi superiori del mercato.

Se qualche decennio fa la domanda risultava superiore all’offerta, da qualche anno a questa parte le figure professionali in ambito odontoiatrico si sono moltiplicate, di conseguenza ci ritroviamo nella situazione opposta: quella in cui l’offerta supera la domanda.

In questo difficile contesto la spunterà chi non soltanto possiede i requisiti tecnici per svolgere delle prestazioni di alto livello, ma ha anche appreso le basi del marketing per attrarre nuova pazientela e soddisfare i bisogni di coloro che usufruiscono già delle sue prestazioni: in poche parole, chi acquisisce una mentalità digitale.

La metamorfosi verso il Dentista Digitale

Il dentista digitale è una mutazione genetica scaturita nel periodo post crisi a difesa di una professione che stava per essere schiacciata dai centri low cost e dal turismo odontoiatrico.

Dopo il 2008 il dentista medio ha vissuto un epilogo non a lieto fine della favola della Bella addormentata nel bosco. Un finale distopico in cui non è il bene a risvegliare la principessa dal suo lungo torpore, ma il nemico attraverso un bacio traditore: una sorta di realtà parallela analoga al 1985 alternativo di Ritorno al Futuro 2.

Non so se hai presente il film con Micheal J. Fox. Il protagonista della storia, Marty, a causa di situazioni avverse avvenute nel passato, si ritrova tornando a casa nella sua era, in un posto orrendo dove funzionava tutto al contrario. Il padre di Marty era morto e Beef era il Donald Trump della situazione: governatore di fatto di ogni cosa, persino delle forze dell’ordine e della giustizia.

Come nel film a cui ho fatto riferimento, il posto in cui questo dentista ha riaperto gli occhi non era affatto il mondo in cui si era assopito, fatto di sale d’attesa stracolme, pazienti mai incontrati  prima che telefonavano in continuazione per prendere un appuntamento e controlli fiscali che colpivano ogni 10 anni un dentista su centomila.

Dopo il 2008 il mondo in cui si è risvegliato il protagonista della nostra favola era un inferno fatto di accertamenti continui, pazienti estremamente oculati nelle spese che ti tradiscono per 30 denari e una cosa mai vista prima: la concorrenza.

Roba da non crederci. Oltre ai centri Low Cost organizzati scientificamente a rubargli la pazientela, il nostro eroe ha scoperto l’esistenza di altri nemici implacabili. Si trattava di odontoiatri stranieri che approfittavano della vicinanza con le coste italiane per organizzare, insieme a colleghi conniventi, delle vere e proprie spedizioni di massa.

Questi trafficanti di uomini trasportavano presso degli studi oltre Adriatico, degli anziani pazienti che, attratti da prezzi davvero modici, riuscivano a riottenere tutti i denti in pochissimo tempo. Oltre a rifarsi i denti con quattro spiccioli, questi anziani deportati, si godevano persino la possibilità di viaggiare e vedere posti nuovi. Erano davvero degli avversari troppo difficili da fare fuori.

Il Controllo di Gestione del Dentista Digitale

Grazie a tutte queste sollecitazioni esterne alcuni ceppi di odontoiatri hanno iniziato a mutare, hanno seguito corsi di gestione, hanno iniziato a dotarsi di software e attrezzature all’avanguardia capendo che potevano sfruttarli a proprio vantaggio. Infine hanno scoperto di possedere una partita Iva.

L’ambiente era talmente ostile che li aveva costretti a cambiare e ad adattarsi. La natura aveva fatto il suo lavoro in maniera impeccabile.

Il Dentista Digitale oggi è l’unico soggetto a possedere un fatturato in crescita, una sala d’attesa vuota (perché ben organizzato) e un numero di pazienti in costante e monitorato aumento.

Tutto il resto fa fatica, arranca.

Negli articoli successivi analizzeremmo i punti di forza della nuova mentalità digitale che mette nelle condizioni molti odontoiatri di vincere l’ardua sfida con la crisi e delineeremo gli aspetti fondamentali e strategici per arrivare ad un risultato di buon livello.

Il punto focale dei prossimi articoli non è affatto dotarsi di strumenti all’avanguardia, né di software mirabolanti, ma di conquistare un nuovo livello di consapevolezza attraverso un’impostazione orientata al controllo e alla promozione della propria attività in maniera scientifica e non creativa.

Spesso infatti il marketing viene associato alla creatività, ma non c’è nulla di più sbagliato. Il marketing è una scienza ed in quanto tale risulta essere misurabile, ripetibile e adattabile ad ogni settore.

Non si parlerà né di slogan accattivanti, né di grafiche che attirano l’attenzione, né tanto meno di come fare i selfie su Facebook. Niente di tutto questo.

Al contrario: condivideremo strategie, atteggiamenti e tattiche utili a creare valore per un reale tornaconto per lo studio.

Tratto dal libro “Markedonzia: sala d'attesa piena per il tuo studio dentistico, senza abbattere i prezzi, anche se non sei un esperto di marketing”.

 

Prossimamente verrà pubblicato un altro brano.

Autore: Corrado Lagona

Corrado Lagona è l'autore del libro Markedonzia e l'ideatore del Sistema omonimo, attraverso il quale aiuta i dentisti a formulare la propria idea differenziante. Ha introdotto nel mondo del dentale il concetto di Brand Odontoiatrico ed è in procinto di rilasciare Markedonzia Vol.2 edito da Leva Edizioni.