Agenda digitale: non si va alla guerra con la fionda …

Analizziamo in questo articolo le caratteristiche che una agenda digitale dovrebbe possedere per consentire una gestione moderna ed efficiente dell’attività clinica dello studio dentistico. Valutiamo anche i vantaggi derivanti da un utilizzo intelligente dell’agenda digitale in termini competitivi.

Agenda digitaleL’agenda digitale è il vero motore di uno studio, molto di più di quanto non sia una agenda cartacea tradizionale. Un’agenda efficiente e ben organizzata è letteralmente una conditio sine qua non è possibile avere successo economico in uno studio dentistico.

Non esiste alcun tipo di organizzazione interna (per quanto sofisticata) in grado di generare profitti senza uno strumento adeguato di programmazione delle prestazioni, così come uno strumento adeguato e usato correttamente è un indicatore abbastanza preciso della qualità organizzativa di uno studio dentistico.

Questo strumento è, appunto, l’agenda digitale.

Quando parliamo di agenda in generale, intendiamo sia il supporto (digitale o cartaceo) sul quale avvengono le registrazioni degli appuntamenti (quindi il mezzo vero e proprio), sia i suoi contenuti come ad esempio: date, orari, nominativi dei pazienti, durata delle prestazioni, tipo di prestazione, nome dell’operatore, e molto altro ancora che vedremo in seguito.

Va detto subito che l’efficienza di un’agenda digitale è incomparabilmente superiore rispetto ad un’agenda cartacea e porta tali benefici in termini di fatturato e riduzione dei costi, da rendere improponibile ogni confronto. La necessità poi di integrare l’agenda con i dati anagrafici, clinici e contabili del paziente, impongono di optare per una agenda elettronica inserita all’interno di un gestionale completo. Questa integrazione non sarebbe mai possibile in uno studio dotato solo di agenda cartacea.

La competizione tra studi che usano agenda cartacea e quelli dotati di agenda digitale è così sbilanciata a vantaggio dei secondi da poter affermare con sicurezza una cosa: tra pochi anni i primi non esisteranno più.

Per questo motivo d’ora innanzi faremo riferimento alla agenda digitale come il gold standard nella gestione degli appuntamenti dello studio, analizzando le caratteristiche che dovrebbe avere ed i vantaggi che se ne possono trarre. Leggi tutto “Agenda digitale: non si va alla guerra con la fionda …”

Iper e Super ammortamento: dentista vs. srl

Oggi puoi comprare un Cerec® da 85 mila € spendendone solo 34. L’iperammortamento ti regala uno sconto del 60%, ma solo se sei una srl odontoiatrica. Con meno di 30 corone all’anno potresti averlo gratis. Ti spiego il perchè di questi numeri apparentemente incredibili.

iperammortamento e cerecUna delle novità fiscali più rilevanti di quest’anno è rappresentata dall’iperammortamento. Quasi tutti i dentisti sanno in cosa consiste il superammortamento ma dell’iperammortamento hanno sentito parlare molto meno. Eppure è una grandissima opportunità … anche se, purtroppo non è per tutti, ma vale solo per le srl.

Vediamo insieme di cosa si tratta. Leggi tutto “Iper e Super ammortamento: dentista vs. srl”

Break Even Point dello studio dentistico

I dentisti hanno poca dimestichezza con espressioni come Break Even Point, Capacità Produttiva Massima, Margine di contribuzione o Ebit. In questo articolo riassumo con l’aiuto di infografiche i concetti fondamentali per il controllo di gestione dello studio dentistico.

break even pointIl Break Even Point del proprio studio è una delle informazioni più importanti che un dentista dovrebbe possedere. Questo non si verifica quasi mai per una serie di ragioni tra le quali certamente figurano carenze formative specifiche e difficoltà oggettive nel reperimento delle informazioni.

Ora dedichiamo un nuovo articolo all’argomento, dopo averne già parlato qui, dandogli un taglio più didattico e semplice, fornendo al contempo indicazioni tecniche su come effettuare i calcoli in autonomia nel proprio studio. Leggi tutto “Break Even Point dello studio dentistico”

Costi per formazione deducibili al 100%

L’approvazione del Jobs Act per i lavoratori autonomi porta interessanti e positive novità per i dentisti sul fronte della formazione e dell’aggiornamento professionale. Finalmente tutti i costi saranno deducibili al 100%.

costi per formazioneDopo la conversione in Legge del DdL Jobs Act per autonomi i professionisti potranno dedurre al 100% i costi per formazione dal proprio reddito imponibile. La legge era attesa dal Gennaio 2016, quando il consiglio dei ministri (allora presieduto da Renzi) aveva assunto il provvedimento originale.

Questo significa che da oggi partecipare a Master, Corsi di aggiornamento, Congressi e Convegni in genere, per i dentisti e per i professionisti in generale, sarà molto più economico di prima.

Precisamente possiamo dire che il risparmio fiscale sarà doppio rispetto a quanto accadeva in passato.

In realtà è stato fissato anche un tetto massimo di 10.000 € all’anno, ma possiamo considerarlo abbondantemente sufficiente per le esigenze formative (vere!!) di un dentista medio.

Diciamo che è stata riportata un po’ di equità in un settore fortemente sbilanciato, soprattutto per lo strabismo del legislatore che ha sempre voluto castigare la presunta componente ludica dei nostri aggiornamenti. Leggi tutto “Costi per formazione deducibili al 100%”

iTero Economics: scanner intraorale per ortodonzia

Quanto costa realmente lo scanner iTero ®? Quanti casi servono per ammortizzare il costo? Come deve essere eseguito il calcolo corretto? In questo articolo spieghiamo quali ragionamenti e calcoli deve eseguire un dentista per avere risposte precise.

iTero economicsiTero Economics è l’espressione con la quale intendo descrivere le implicazioni economiche derivanti dall’acquisto di uno scanner intraorale per lo specifico utilizzo in ambito ortodontico. Della tecnologia cad cam per la protesi, ed in particolare del Cerec® , ho già parlato in un articolo precedente. Così come, in un altro articolo dedicato, ho già analizzato i vantaggi economici correlati all’impiego degli allineatori Invisalign® rispetto alle apparecchiature convenzionali vestibolari.

E’ passato circa un anno da quando ho introdotto nella pratica quotidiana l’utilizzo dello scanner intraorale iTero ®, dedicato esclusivamente all’ortodonzia. Ora dispongo di dati quantitativamente sufficienti e qualitativamente attendibili per fare un primo bilancio economico su questa esperienza. Allo stesso tempo mi pongo l’obbiettivo di fornire una guida decisionale ai tanti colleghi che siano stati attirati dal prodotto ma che siano indecisi sull’acquisto.

Risponderemo alle seguenti domande:

Quanto costa realmente lo scanner iTero ®?

E’ conveniente il suo acquisto sul piano economico oppure si tratta solo di un capriccio personale o professionale?

Quale tipo di dentista può realmente permettersi un investimento di questo tipo?

Leggi tutto “iTero Economics: scanner intraorale per ortodonzia”

Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl

Sul piano economico e fiscale il differenziale di vantaggio competitivo tra Studio e Srl è talmente elevato che dovrebbero gareggiare in due categorie separate. Eppure sul mercato attuale alcuni dentisti competono con la fionda ed altri con le armi nucleari. Non è difficile prevedere come andrà a finire.

In un contesto di concorrenza selvaggia vince chi si differenzia, chi è flessibile e soprattutto chi può disporre di un vantaggio competitivo. Questo vale in qualsiasi ambito del mercato libero e oggi, decaduta ogni speranza di difesa corporativa della professione, vale anche per l’odontoiatria.

Piace vincere facile?

In questo Blog abbiamo già parlato tanto di società ed, in particolare, di Srl Odontoiatrica. Con questo articolo trattiamo nel dettaglio la questione del vantaggio competitivo, ovvero del gap di successo che si crea tra gli studi dentistici tradizionali e quelli configurati in forma di srl. Ovviamente facciamo riferimento sempre e soltanto all’aspetto economico, non a quello clinico o alla soddisfazione personale.

Sono fondamentalmente due i pilastri su cui si fonda il vantaggio competitivo della srl rispetto allo studio, a parità di fattori di contesto come la qualità delle prestazioni, le risorse disponibili, il mercato di riferimento ecc.

Il primo pilastro è rappresentato dal vantaggio fiscale, il secondo dal vantaggio di acquisto. Se pensi che anche a te piacerebbe “vincere facile” allora leggi questo articolo fino in fondo e poi parlane con il tuo commercialista di fiducia. Leggi tutto “Vantaggio competitivo: non c’è competizione tra Studio e Srl”

Cerec Economics: le ragioni numeriche di un investimento

Cerec EconomicsCome già accaduto nel caso dell’Ortodonzia (vd. Invisalign Economics) anche in Protesi è venuto il momento di fare un bilancio economico tra le diverse opzioni terapeutiche dopo l’introduzione delle nuove tecnologie Cad Cam: per questo parliamo di Cerec Economics.

Il nostro studio ha appena registrato 5 anni di Cerec ®, con tutti i dati economici e finanziari relativi, avendo adottato questa sistematica nel Gennaio 2012: siamo quindi in grado di fare un bilancio meramente economico e attendibile su questa esperienza.

Se qualcuno tra i lettori di questo blog si è mai fatto domande sull’utilizzo del Cerec ®, sull’opportunità dell’investimento, sull’impatto economico ed organizzativo che il Cad-Cam (questo Cad-Cam) ha su un normale studio dentistico (il nostro è uno studio di tre poltrone), allora troverà qui tutte le risposte che cerca. Leggi tutto “Cerec Economics: le ragioni numeriche di un investimento”